In evidenza
Fare costumi, la prefazione di Marco Tullio Giordana
01/09/2016 -

 


In occasione della presentazione di "Fare costumi vol. I e vol II" di Elisabetta Antico e Paola Romoli Venturi, pubblichiamo la Prefazione al libro scritta da Marco Tullio Giordana:


«Agli inizi della mia carriera, quando divoravo un libro di cinema al giorno, uno di quelli che più mi colpì fu Vestire i sogni, un suggestivo excursus sulla carriera del grande manipolatore di costumi Umberto Tirelli scritto con penna altrettanto brillante dal compianto Guido Vergani. La grande scuola di taglio da cui proveniva e i suoi segreti, il ritratto gustosissimo degli artisti con cui aveva lavorato, la coraggiosa decisione di mettere in piedi una sartoria che sarebbe diventata celeberrima in tutto il mondo (e ancora lo è, grazie alla guida di Dino Trappetti), tutto aveva quel libro per incuriosire il ragazzo che ero allora, innamorato di ogni branca dello spettacolo – Teatro, Opera, Cinema – e delle sue mansioni. Mi incuriosì al punto da voler approfondire il lavoro dei personaggi che vi erano citati – i maestri come Gino Sensani, Nino Novarese e Maria De Matteis su tutti, poi i coetanei Piero Tosi e Danilo Donati, Luciano Damiani, Piero Gherardi, Pier Luigi Pizzi, Giulio Coltellacci, senza contare i più giovani Gabriella Pescucci, Milena Canonero, Fiorella Mariani, Wayne Finkelman, Giuseppe Crisolini Malatesta, Franca Squarciapino, Maurizio Millenotti, Alberto Verso, Giovanna Buzzi. Non sono certo tutti e mi scuso con quelli che non ho nominato ma che hanno contribuito a quel grande indispensabile e prestigioso capitolo dello spettacolo che i nostri costumisti hanno rappresentato al meglio in tutte le cinematografie dove sono stati chiamati a lavorare.


Fra i tanti guai del nostro paese non è meno grave il lento disperdersi del patrimonio cognitivo e dell’esperienza dei grandi maestri che non hanno più modo di formare successori. Con tutta la buona volontà delle scuole e dei singoli costumisti che fanno lavorare i debuttanti,

oggi si fanno troppi pochi film – e così limitati nei budget per non dire nelle ambizioni – che diventa difficile per professionisti anche affermati esprimersi al livello di un tempo e per i giovani trovare l’occasione di mettere alla prova destrezza e capacità. Non so come si possa risolvere tutto questo senza tornare a produrre tanti film, di tutti i generi (chi ama veramente il cinema vuole una dieta variata!), in modo che sia possile tornare a saldare la nostra ricca tradizione alle generazioni successive. Anche perché una ragazza o un ragazzo che sceglie la professione del costumista (o dello scenografo, del direttore della fotografia, del montatore ecc.) sa che il progresso della carriera dipende molto dagli incontri e dalle occasioni ma si fonda obbligatoriamente su una conoscenza del “mestiere” e dei suoi trucchi che non può essere elusa.


Molto importante perciò un libro come questo che venga a colmare una sorta di lacuna cercando di spiegare molto schiettamente come far sopravvivere questo affascinante mestiere fra le strettoie di risorse limitate e una certa insensibilità dei committenti, perlomeno italiani. Tante volte tocca combattere per mantenere una certa qualità nei reparti, in ciò che “si vede” (che dovrebbe essere la cosa più importante di tutte!), e non sarà male apprendere anche qualche scaltrezza su come difendersi e ottenere i risultati migliori a dispetto del risparmio fino all’osso. Mi sembra che il libro di Elisabetta Antico e Paola Romoli Venturi sia generoso e pratico anche su questo punto, oltre che nel fornire dritte preziose sulla storia del costume e sull’apprendistato vero e proprio (scuole, testi fondamentali, persino siti web dove estendere le proprie ricerche) e sulle tecniche di taglio mostrate con bei disegni esplicativi. Sono sicuro che chi vuole intraprendere il bellissimo mestiere di “vestire i sogni” lo troverà prezioso e anche gli insegnanti vi si potranno ispirare per la chiarezza dell’impostazione e delle tavole esplicative.»

Prossime uscite
next
Contact improvisation
Di Cynthia Novack. A cura di Francesca Falcone, Patrizia Veroli. Traduzione di Sergio Lo Gatto
Storia e tecnica di una danza contemporanea
19.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 31/10/2018
Storia e tecnica di una danza contemporanea
Le trentasei situazioni drammatiche
Di Mike Figgis. Traduzione di Giuseppe Contarino
Un classico della drammaturgia riletto da un grande regista contemporaneo
16.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 18/10/2018
Un classico della drammaturgia riletto da un grande regista contemporaneo
prev
Avvisi ai naviganti
Restate in contatto con noi
16/10/2018 -

 

Per rimanere informati sulle novità e gli eventi della casa editrice, iscrivetevi alla nostra newsletter e seguiteci sui nostri canali social: 

facebook.com/audinodino/ 

twitter.com/AudinoEditore

instagram.com/audinoeditore/