In evidenza
Cosa è il Music Supervisor?
23/09/2016 -

Cosa è il Musica Supervisor? Ce lo spiega Marco Testoni nel suo "Musica e visual media":


Il music supervisor è il professionista che nell’ambito di una produzione cine-televisiva segue le varie fasi della realizzazione, negoziazione e selezione del commento musicale originale e di repertorio di un’opera. Secondo una delle più importanti corporazioni ufficiali americane, The Guild of Music Supervisors, la definizione di questa figura è la seguente: «Il music supervisor è un professionista qualificato che sovrintende a tutti gli aspetti relativi alla musica per cinema, televisione, pubblicità, video-game e altre piattaforme media emergenti o esistenti».


Una figura, quindi, dotata di creatività, eclettismo e con una preparazione professionale orientata su più piani operativi che, per brevità e chiarezza, si possono suddividere in tre aree di competenza:



1) artistica: il music supervisor deve avere una vasta e poliedrica competenza artistica, oltre ovviamente a una spiccata sensibilità, sia in ambito musicale che cinematografico. Deve sapere spaziare fra generi, periodi storici, culture; 


2) tecnica: deve anche avere una conoscenza di base dei principali software di editing audio-video, ma anche di quegli applicativi che permettono l’organizzazione e la gestione delle sessioni di registrazione e di missaggio. In questo modo potrà supportare validamente i tecnici, comprendendo a fondo le loro esigenze e il loro linguaggio;


3) gestionale: il music supervisor deve avere una profonda conoscenza delle modalità e dell’organizzazione di una produzione musicale, ma anche una chiara competenza in materia editoriale, nel licensing e nella negoziazione dei diritti.


Spesso, soprattutto in Europa, i compiti e le mansioni del music supervisor vengono confuse, si sostituiscono o si accavallano con quelle del sound designer e del consulente musicale, figura quest’ultima che nell’industria cinematografica americana ha tutt’altra accezione.


Ancora una volta, essendo appunto il prodotto cine-televisivo un’opera “composta” (cioè una creazione che si compone di più elementi realizzati da diversi autori), è richiesto al music supervisor una marcata attitudine al lavoro di gruppo e, più in particolare, una capacità di relazione con al- cune figure cardine della produzione come: regista, compositore, monta- tore, produttore, editore musicale, montatore musiche, fonico di mix, tecnico del suono, responsabile della post-produzione, licensing manager. 


Prossime uscite
next
Formattare la sceneggiatura
Di Annalisa Elba, Claudio Maccari, Roberto Moliterni
Piccolo manuale di scrittura tecnica
10.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 25/1/2018
Piccolo manuale di scrittura tecnica
prev
Avvisi ai naviganti
Appuntamenti con i nostri autori
16/01/2018 -

 

Venerdì 2 febbraio alle ore 18.00 presso la Feltrinelli di Viale Libia, 186 a Roma sarà presentato Fare radio di Marta Perrotta. Insieme all'autrice interverranno il giornalista Andrea Borgninola conduttrice Mary Cacciola, il giornalista e docente Enrico Menduini, il conduttore Giorgio Zanchini. Modera il giornalista Claudio Rossi Marcelli.

 

Venerdì 16 febbraio alle ore 17.00 Ezio Flammia presenterà Storia dell'arte della cartapesta presso la Fondazione Besso in Largo di Torre Argentina 11 a Roma insieme al professor Claudio Strinati e alla dottoressa Nicoletta Cardano; modererà l'incontro il professor Ennio Bispuri