Il libro delle idee per la scrittura

Jack Heffron
Prefazione di Luca Lorenzetti
Traduzione di Jusi Loreti

Il libro delle idee per la scrittura

Superare il blocco della pagina bianca attraverso centinaia di spunti ed esercizi


Manuali di script  121
Uscito il 09/2009
144 pagine
Isbn: 978-88-7527-074-2
Aree: Scrittura
Keyword: Drammaturgie, Professioni, Sceneggiatura

 


 


 


Affrontare il blocco della pagina bianca non è facile neppure per uno scrittore professionista, figuriamoci per chi non lo è. Questo libro, invece, lo fa nel modo più semplice e concreto. Innanzitutto rifiutando l’impostazione idealistica che dice di scrivere solo quando si è ispirati. Heffron infatti fa parte dei sostenitori dell’idea che: «Scrivere è per il 5% ispirazione e per il 95% traspirazione». E con questo libro tenta di dimostrare che non è la pratica che nasce dall’idea ma che al contrario le idee vengono dal praticare la scrittura. Per questo bisogna abituarsi a scrivere ogni giorno ritagliandosi uno spazio che renda la scrittura una disciplina inseparabile dal proprio quotidiano. Ma cosa scrivere? A questa domanda il libro risponde attraverso diverse centinaia di esercizi e indicazioni pratiche riguardanti non solo i personaggi o la trama ma ogni singolo aspetto della narrazione. Naturalmente ciascuno scrive ciò che vuole partendo dalla propria esperienza, sensibilità e cultura, ma i suggerimenti pratici che Heffron offre per scandagliare il proprio io e trarne materiale di racconto sono utilissimi. Non a caso Il libro delle idee per la scrittura è negli Stati Uniti uno dei più popolari testi di iniziazione alla scrittura creativa utilizzato anche da giornalisti e sceneggiatori.


Jack Heffron, scrittore e editor. È stato direttore editoriale di Writer’s Digest Books, Story Press, Walking Stick Press e Betterway Books. Ha collaborato come editor con la rivista Story. I suoi racconti sono stati pubblicati da numerose riviste letterarie, come Bookstreet e Oxford American. Ha insegnato scrittura creativa per vent’anni.

Indice


Prefazione: L’habitus della scrittura; Introduzione; Capitolo Primo: Alla ricerca delle idee; Capitolo Secondo: I nemici della creatività; Capitolo Terzo: Condurre una vita creativa; Capitolo Quarto: Prepararsi a scrivere; Capitolo Quinto: Essere se stessi; Capitolo Sesto: Conoscere se stessi; Capitolo Settimo: La famiglia come fonte di idee; Capitolo Ottavo: Ricreare i luoghi del passato; Capitolo Nono: Inventare i luoghi; Capitolo Decimo: What’s your road, man?; Capitolo Undicesimo: Le forme dell’amore; Capitolo Dodicesimo: Liberare la rabbia tra le pagine; Capitolo Tredicesimo: Quindici minuti di notorietà: scrivere il successo; Capitolo Quattordicesimo: Raccontare l’invisibile; Capitolo Quindicesimo: Rubare le idee; Capitolo Sedicesimo: Registrare la realtà; Capitolo Diciassettesimo: La vita spirituale; Capitolo Diciottesimo: La forma; Capitolo Diciannovesimo: I personaggi; Capitolo Ventesimo: Strutturare la storia; Capitolo Ventunesimo: Il punto di vista; Capitolo Ventiduesimo: L’ambientazione; Capitolo Ventitreesimo: L’incipit; Capitolo Ventiquattresimo: Il finale; Capitolo Venticinquesimo: La posta in gioco; Capitolo Ventiseiesimo: Sviluppare il tema; Capitolo Ventisettesimo: Ditela obliqua; Capitolo Ventottesimo: Il tono, la voce e il tema; Conclusione.


Altri libri dell'area Scrittura:


Altri libri con la keyword Drammaturgie:


Altri libri con la keyword Professioni:


Altri libri con la keyword Sceneggiatura:


Prossime uscite
next
Fare radio
Di Marta Perrotta
Formati, programmi e strategie per la radiofonia digitale
19.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 19/10/2017
Formati, programmi e strategie per la radiofonia digitale
Il mestiere della regia
Di Katie Mitchell. A cura di Federica Mazzocchi
La lezione di una grande artista del teatro contemporaneo
22.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 9/11/2017
La lezione di una grande artista del teatro contemporaneo
prev
Avvisi ai naviganti
Raccontare a fumetti - Introduzione
12/10/2017 -

 

Creare è senza dubbio una delle principali peculiarità umane. Un istinto primario, una necessità irrinunciabile, che nasce dal bisogno di immortalità. Dall’impossibilità di accettare la nostra finitezza, il nostro limite più profondo. Per questo facciamo figli, erigiamo cattedrali, costruiamo città, realizziamo opere d’arte. Per restare. Per esserci anche oltre di noi. Per superare i limiti che la natura ci impone. E creare è sempre un atto d’amore.