Esercizi e improvvisazioni per il teatro

Viola Spolin
A cura di Paolo Asso

Esercizi e improvvisazioni per il teatro

La più completa raccolta di giochi ed esercizi della fondatrice del teatro d'improvvisazione americano


Manuali di script 72
Uscito il 11/2005
240 pagine
Isbn: 978-88-7527-118-3
Aree: Teatro
Keyword: Recitazione

 


 


 


Apparso nel 1963 sul mercato Usa, questo è uno dei libri più influenti e amati nel teatro americano. Al suo sterminato patrimonio di esercizi e giochi hanno attinto e continuano ad attingere insegnanti e professionisti di cinema e teatro in tutto il mondo. Spolin con la sua esperienza didattica ha coperto nell’arco di molti decenni lo studio dell’animazione teatrale per i bambini, il teatro d’improvvisazione e il training attoriale, legando queste esperienze in un’unità inscindibile riconosciuta oggi come l’identità primaria della formazione teatrale. Il nome della Spolin è legato al celebre Second City Theater di Chicago, la cui capacità improvvisativa è diventata un marchio di fabbrica e una garanzia di freschezza creativa per attori come Bill Murray, John e Jim Belushi, Alan Arkin, Peter Boyle, registi quali Mike Nichols e Harold Ramis, drammaturghi e sceneggiatori come Elaine May.


Viola Spolin ha lavorato come trainer con giovani studenti di teatro a Hollywood, dove fondò la Young Actors Company nel 1946, e a Chicago dove fu cofondatrice del Game Theater e del Second City Theater, la palestra del teatro d’improvvisazione da cui sono passati decine di attori e registi. In italiano è uscito Giochi di teatro per le scuole (2005), Dino Audino editore.

Indice


Prefazione; Prefazione all’edizione aggiornata; Nota all’edizione italiana;


Parte Prima: Teoria e fondamenti; Capitolo Primo: L’esperienza creativa; Capitolo Secondo: Le prassi laboratoriali;


Parte Seconda: Esercizi; Capitolo Terzo: Orientamento; Capitolo Quarto: Dove; Capitolo Quinto: Recitare con tutto il corpo; Capitolo Sesto: Fissaggio dei movimenti non impositivo; Capitolo Settimo: Affinare la consapevolezza; Capitolo Ottavo: Parola, radiotelevisione ed effetti tecnici; Capitolo Nono: Sviluppare materiale per le situazioni; Capitolo Decimo: Esercizi di perfezionamento; Capitolo Undicesimo: L’emozione; Capitolo Dodicesimo: Il personaggio;


Parte Terza: Il teatro tradizionale e il teatro d’improvvisazione; Capitolo Tredicesimo: La preparazione; Capitolo Quattordicesimo: Prove e spettacolo.


Altri libri dell'area Teatro:


Altri libri con la keyword Recitazione:


Prossime uscite
next
Di Christopher J. Bowen, Roy Thompson. Traduzione di Jusi Loreti
Il manuale che spiega quando e perché tagliare
19.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 2/4/2015
Il manuale che spiega quando e perché tagliare
prev
Avvisi ai naviganti
Per il compleanno del caro amico Peter (Brook)
06/03/2015 -

 Il 21 marzo prossimo compie novant’anni il maggior regista teatrale vivente, Peter Brook.

In questa occasione mandiamo in libreria l’edizione italiana di The Quality of Mercy col titolo La qualità del perdono, Riflessioni sul teatro a partire da Shakespeare.

Un piccolo grande libro - curato nell’edizione italiana da Pino Tierno - composto da brevi saggi che si apre con una argomentata e arguta difesa dell’identità del drammaturgo inglese contro le stravaganti teorie di coloro che ritengono Shakespeare un semplice prestanome, di fatto un impostore.

Da uomo di teatro Brook argomenta brillantemente e ironicamente l’impossibilità di simili congetture a cominciare dal fatto che una simile impostura difficilmente avrebbe potuto reggere di fronte alle pratiche quotidiane del teatro. E contro le lingue taglienti e libere dei coevi scrittori attori, suggeritori e addetti varii.

Scorrendo le pagine si rivivono con lui le messe in scena di Romeo e Giulietta, Tito Andronico, Misura per misura, Amleto, Re Lear, La Tempesta, Sogno di una notte di mezza estate: pagine dense di riflessioni e di acute intuizioni, ma anche di dettagli intriganti sulle performance, nonché un po’ di storie di divertenti pettegolezzi teatrali.