Fare Cross-media

Max Giovagnoli
Prefazione di Sergio Brancato

Fare Cross-media

Dal Grande Fratello a Star Wars. Teoria e tecniche della comunicazione integrata e distribuita nei media


Ricerche 7
Uscito il 11/2005
160 pagine
Isbn: 9788875271208
Aree: Media
Keyword: Altri media

 


 


Dal giornalismo molti-mediale (BBC News, Skytg24, Rainews 24) alla videotelefonia e alla fiction per internet. Dalla comunicazione aziendale all’emotional marketing e ai nuovi format per i cellulari e la tv interattiva. Il libro descrive con esempi, materiali e interventi di importanti studiosi internazionali le tecniche, gli scenari e le regole indispensabili per realizzare progetti di comunicazione distribuiti su più media. Tra i primi pubblicati in Europa sull’argomento, questo testo sfrutta le ricerche sull’immaginario collettivo e il potenziamento emozionale, il project management e le drammaturgie alternative per mettere ordine in una disciplina in cui, ancora oggi, troppo spesso ci si affida al talento e all’improvvisazione determinando misteriosi successi o imprevedibili flop nel settore dell’informazione, dell’intrattenimento e della comunicazione.


Max Giovagnoli insegna presso la Link Campus-University of Malta di Roma. È stato caporedattore del Grande Fratello e dirige il laboratorio cross-mediale Proiettiliperscrittori. È autore di Scrivere il web (Dino Audino editore), Web writing (Tecniche nuove), Fuoco ci vuole (Halley editrice).

Indice


Prefazione di Sergio Brancato; Introduzione: Anytime, anywhere…; Capitolo Primo: Pensare cross-media; Capitolo Secondo: Progettare il cross-media; Capitolo Terzo: Immaginare il cross-media; Capitolo Quarto: Emozionare con il cross-media; Capitolo Quinto: Narrare con il cross-media; Capitolo Sesto: Audience e scenari cross-medial;i Conclusioni; Essere cross-mediali; Bibliografia e fonti.


Altri libri dell'area Media:


Prossime uscite
next
Raccontare a fumetti
Di Stefano Santarelli
Il linguaggio dei comics dall’idea al disegno
15.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 5/10/2017
Il linguaggio dei comics dall’idea al disegno
prev
Avvisi ai naviganti
Depurazioni di Luigi Guercia
22/09/2017 -

 

Un giorno scoprii una scritta fresca fresca sul muro della scuola, mi avvicinai e lessi: “Papà Barrault (il maestro) è fesso”. Il cuore mi batté forte, lo stupore mi inchiodò lì, avevo paura. “Fesso”, non poteva trattarsi se non di una di quelle parolacce che for- micolavano nei bassi fondi del vocabolario, e che un bambino per bene non incon- tra mai; breve e brutale, aveva l’orribile semplicità degli animali più rozzi. Era già troppo averla letta: vietai a me stesso di pronunciarla, nemmeno sottovoce...

(J.P. Sartre, Le Parole)