Vedute ottiche di Roma

Vedute ottiche di Roma

Vedute d'Italia  17
Uscito il 01/1995
Keyword: Vedute d'Italia

 


 


 


 


Testo di Maria Francesca Bonetti "Vue d'optique. Place de la Basilique de Saint-Jean de Latran...", recita la didascalia al lato della prima tavola della serie di stampe presentata in questa collezione. Vue d'optique ("vedute ottiche") sono le parole che immediatamente informano lo spettatore che sta guardando un tipo di incisioni molto particolare, sviluppatosi e diffuso in tutta Europa a partire dal 1730 - 1740, parallelamente al crescente interesse per le "vedute". Osservando le diverse tavole qui riunite, appartenenti ognuna a una diversa serie e pubblicate originariamente in diverse città (Parigi, Londra e Bassano), si possono rintracciare alcune caratteristiche che, in qualche modo, le accomunano. Ci permettono inoltre di capire le origini delle stampe, il loro ruolo e il successo che incontrarono fino alla fine del secolo scorso, quando la fotografia sostituì le incisioni.


Prossime uscite
next
Formattare la sceneggiatura
Di Annalisa Elba, Claudio Maccari, Roberto Moliterni
Piccolo manuale di scrittura tecnica
10.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 25/1/2018
Piccolo manuale di scrittura tecnica
prev
Avvisi ai naviganti
Appuntamenti con i nostri autori
16/01/2018 -

 

Venerdì 2 febbraio alle ore 18.00 presso la Feltrinelli di Viale Libia, 186 a Roma sarà presentato Fare radio di Marta Perrotta. Insieme all'autrice interverranno il giornalista Andrea Borgninola conduttrice Mary Cacciola, il giornalista e docente Enrico Menduini, il conduttore Giorgio Zanchini. Modera il giornalista Claudio Rossi Marcelli.

 

Venerdì 16 febbraio alle ore 17.00 Ezio Flammia presenterà Storia dell'arte della cartapesta presso la Fondazione Besso in Largo di Torre Argentina 11 a Roma insieme al professor Claudio Strinati e alla dottoressa Nicoletta Cardano; modererà l'incontro il professor Ennio Bispuri