David Howard
Traduzione di Pietro Dattola

Lezioni di sceneggiatura Volume I

Ideare una storia e scriverne i fondamentali


Manuali di script  158/1
Uscito il 04/2013
175 pagine
Isbn: 9788875272456
Aree: Cinema, Scrittura

 


 


 


 


Moltissimi sono i libri sulla sceneggiatura, pochi quelli che valgono. Tra questi, i principali sono i classici della teoria drammaturgica – da Vogler a Seger, da Marks a Truby. Ognuno di questi libri è portatore di esperienze tecniche di grande spessore culturale e profondità, ma tutti hanno come limite il proporre visioni molto personali. Il libro di Howard è il primo che, dall’alto di una prestigiosa cattedra universitaria e dal basso di un costante contatto con la professione, fonde in modo pragmatico e plasma con straordinaria chiarezza didattica gli elementi che compongono la sceneggiatura (Volume I) e le possibili modalità con cui la si costruisce (Volume II). Il tutto con esempi tratti da grandi e noti film.
Nel primo volume, ci si occupa dell’ideazione e degli elementi costitutivi di una storia, analizzandoli uno per uno (idea, protagonista, mondo narrativo, obiettivo, antagonista ecc.) in una sorta di anatomia della sceneggiatura.



David Howard insegna sceneggiatura alla University of Southern California. I suoi studenti hanno scritto film di successo come La mano sulla culla, Air Force One e Natural Born Killers. Insieme a Edward Mabley, ha scritto Gli strumenti dello sceneggiatore (Dino Audino editore, 1999).


Altri libri dell'area Cinema:


Altri libri dell'area Scrittura:


Avvisi ai naviganti
Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva
15/12/2017 -

 

Grazie a tutti quelli che hanno partecipato all'evento "Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva".

Grazie al nostro ospite d'onore Neil Landau per aver condiviso con la sua esperienza da produttore e showrunner, a Barbara Petronio e Stefano Sardo per aver arricchito l'incontro con le loro riflessioni sullo stato dell'industria seriale italiana, a Guido Fiandra per aver moderato l'incontro e a Giuseppe Contarino per aver "prestato" la sua voce italiana a Landau.

Ci vediamo al prossimo incontro!