Lo spettacolo in tv ovvero la tv è meglio farla che guardarla

Renzo Arbore, Pippo Baudo, Michele Guardì, Antonio Ricci
A cura di Luca Martera
Prefazione di Aldo Grasso

Lo spettacolo in tv ovvero la tv è meglio farla che guardarla

Parlano autori, registi, produttori e dirigenti


Manuali di script  18
Uscito il 12/2000
172 pagine
Isbn: 9788886350198
Aree: Media, Televisione
Keyword: Professioni

 


 


 


Come nasce l'idea di un programma televisivo? Perché il format è considerato dagli autori italiani il nemico ammazzacreatività? Si può parlare davvero di scrittura televisiva, anziché di improvvisazione studiata a tavolino? Cosa s'intende per qualità in televisione? A queste e molte altre domande rispondono per la prima volta "quelli che" la tv la dirigono, la pensano, la scrivono e la realizzano. Il libro, articolato in "pillole" di saggezza e follia televisiva secondo i ritmi di un ideale zapping selvaggio, analizza in forma di pensieri, riflessioni, ricordi, opinioni, spunti polemici, pettegolezzi, battute e provocazioni le condizioni di salute dell'intrattenimento televisivo in Italia dai generi tradizionali del varietà, dei giochi e del talk show alle nuove frontiere dell'informazione-spettacolo e dell'iper-realismo della tv verità esploso con il Grande Fratello. Interventi di: Valentina Amurri, Giambattista Avellino, Antonio Azzalini, Joseph Baroni, Marino Bartoletti, Marco Bassetti, Fabrizio Battocchio, Valentina Benatti, Giovanni Benincasa, Gianni Boncompagni, Adriano Bonfanti, Popi Bonnici, Michele Bovi, Umberto Broccoli, Felice Cappa, Alida Cappellini, Janna Carioli, Eusebio Ciccotti, Fabio Di Iorio, Antonello Falqui, Leandra Leandri, Sebastiano Lombardi, Stefano Magnaghi, Giancarlo Nicotra, Andrea Olcese, Stefano Orsucci, Giorgio Pacifici, Paolo Papo, Ludovico Pellegrini, Ugo Porcelli, Beppe Recchia, Fatma Ruffini, Gianfranco Scancarello, Barbara Scaramucci, Riccardo Sfrondini, Alberto Silvestri, Giampiero Solari, Paolo Taggi, Enrico Vaime, Bruno Voglino.  


Luca Martera  vive e lavora a Roma. Ha svolto dal 1988 al 2000 attività di supervisore creativo e di coordinamento del lavoro di documentazione multimediale del palinsesto di Raidue e della Teca Storica (1954-1997) per conto della Direzione Teche e Servizi Tematici Educativi della Rai.

Indice


Prefazione di Aldo Grasso; Introduzione; Capitolo Primo: Ideazione, produzione e mercato dei format; Capitolo Secondo: Linguaggi, stili e modelli narrativi; Capitolo Terzo: Programmi, personaggi e generi dell'intrattenimento; Capitolo Quarto: Morte e resurrezione del varietà; Capitolo Quinto: Guest stars: quattro interviste eccellenti; Capitolo Sesto: Consumo, qualità, scopi e valori della tv; Appendice; Generi e sottogeneri dell'intrattenimento televisivo; Note biografiche.


Altri libri dell'area Media:


Altri libri dell'area Televisione:


Altri libri con la keyword Professioni:


Prossime uscite
next
Fare un film
Di Roberto Farina
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
15.00 €
12,75 €
Prodotto non
disponibile
disponibile dal 29/3/2018
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
Il videogioco
Di Lorenzo Mosna. Prefazione di Gianni Canova
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
15.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 8/3/2018
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
La danza e la sua storia
Di Valeria Morselli
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
23.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 22/2/2018
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
prev
Avvisi ai naviganti
"Fare scuola con l'arte": la lettera di un'insegnante
19/02/2018 -

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera di una docente:

«Il libro mi è piaciuto moltissimo, mi fa pensare che la scuola che "ci piace" c'è ed è viva. Le quattro esperienze raccontate sono così coinvolgenti che dovrebbero essere lette soprattutto dalle giovani e future maestre affinché possano ispirarsi per attuare nelle loro classi didattiche coinvolgenti e significative. Infatti ne ho regalato una copia alla mia tirocinante.  

Quando ero giovane incappai nella lettura de Il paese sbagliato, di Mario Lodi... fu una lettura illuminante che mi aiutò a costruire situazioni simili nelle mie classi, insomma mi ispirai (con molta modestia, per carità!) agli insegnamenti del Maestro. Ecco, il racconto delle quattro esperienze didattiche, letto ora che ho più di trent'anni di lavoro alle spalle, mi ha fatto rivivere quell'emozione.

Brave!

Il libro va portato in giro  e pubblicizzato perché non fornisce ricette, ma spunti significativi utilissimi a chi dentro la scuola inizia, ma anche a chi ha bisogno di un po' di energia per continuare.»