Dirigere la macchina da presa

Gil Bettman
Prefazione di Michele Guerra

Dirigere la macchina da presa

Come girare dialoghi e azione
 per “dare energia” al film e creare empatia


Manuali di script  192
Uscito il 11/2017
198 pagine
Isbn: 9788875273705
Aree: Cinema
Keyword: Regia

 


 


 


 


 


 


 


Il libro di Bettman è un manuale di straordinaria utilità per capire come si deve muovere la macchina nel cinema contemporaneo, un libro che si arricchisce di esemplificazioni di rara chiarezza sul cinema che ci è temporalmente più vicino.


 [...] Nello sviluppare il suo tema, Bettman alterna la praticità del suo lavoro di produttore e regista tra cinema e televisione [...] alla vocazione didattica che è invece parte della sua vita accademica [...]. Man mano che si legge il libro ci si rende così conto che esso assolve perfettamente due funzioni di notevole rilevanza [...]. A chi legge Bettman per imparare a manovrare la camera, il libro spiega il senso profondo di quell’azione: prima di tutto, evidentemente, il senso narrativo, cui il movimento è bene che si tenga stretto per non cadere nel rischio dell’autoreferenzialità [...]. In secondo luogo però si riesce a cogliere anche il senso teorico di quell’azione. A chi invece legge questo libro da posizioni più storico-teoriche che applicative [...] capita di ricordare che l’analisi del film non può prescindere da una conoscenza profonda delle ragioni del suo farsi e del suo “formarsi” e che è sempre bene conoscere nei minimi particolari le premesse tecniche di ciò che vediamo.


 [...] Dirigere la macchina da presa può dunque costituire una occasione per ribadire l’importanza di una consonanza tra pratica e teoria – soprattutto nel nostro tempo, in cui il miglioramento tecnologico ha reso più vicine le pratiche di ripresa e montaggio – e soprattutto per interfacciarsi serenamente con quella che Bettman chiama “la tigre da 100 milioni di dollari”, e cioè il cinema “grande”, quello che ogni giovane che mette mano a una videocamera sogna prima o poi di vedere da vicino [...].


dalla Prefazione di Michele Guerra


Gil Bettman, regista statunitense e docente di Cinema presso la Chapman University di Los Angeles. Ha studiato Scrittura Creativa con Robert Lowell a Harvard e nel 1970 ha vinto il premio Harvard per l’eccellenza letteraria. Ha diretto film tra i quali Crystal Heart, Mai troppo giovane per morire e Night vision e diversi episodi delle serie televisive Supercar, Professione pericolo e Truck Driver.


Altri libri dell'area Cinema:


Altri libri con la keyword Regia:


Avvisi ai naviganti
Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva
01/12/2017 -

 

Giovedì 14 dicembre alle ore 18.30 alla Casa del Cinema di Roma, si svolgerà l'incontro Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva, a cui prenderà parte Neil Landau, sceneggiatore, produttore, professore alla UCLA, autore di Showrunner e di Netflix e le altre.

 

Lo sviluppo tecnologico ha determinato una rivoluzione nell’offerta e nella fruizione di contenuti televisivi: è il pubblico ad avere sempre più potere e a decidere autonomamente cosa guardare, quando e attraverso quali mezzi. In uno scenario che richiede alta competitività, sono i contenuti a tenere gli spettatori incollati agli schermi. 

Servono sceneggiatori preparati, ma anche produttori e direttori di rete che con capacità visionaria ribaltino i modelli televisivi tradizionali e diano spazio alle “storie”, riconoscendone il valore.

L'incontro alla sala Deluxe della Casa del Cinema approfondirà dunque il dibattito su differenze di produzione tra serialità americana e serialità italiana, sulle competenze e il ruolo dello sceneggiatore in Italia e sugli elementi che determinano il successo di una serie televisiva, avviato a marzo 2016.

Insieme a Landau, interverranno Barbara Petronio (coautrice di Romanzo Criminale – la serie e di Suburra: la serie, primo prodotto italiano Netflix) e Stefano Sardo (coautore di 1992 e di 1993), moderati da Guido Fiandra.

Vi aspettiamo!