Script

Script è una rivista quadrimestrale di scrittori e scrittura per il cinema e lo spettacolo. Il suo obiettivo consiste nel mettere la storia e il buon copione alla base del processo produttivo nel cinema e nella fiction televisiva, nella convinzione che riproporre una narrazione forte e ben costruita contribuisca a non delegare alla sola regia il peso del film e significhi porre le basi per ricostruire un rapporto migliore e più consapevole con il pubblico italiano.
Dal 2003 Script è anche online all’indirizzo www.scriptonline.it con lo stesso convincimento, al fine di fornire attraverso internet approfondimenti e news alla community di appassionati della sceneggiatura e della narrazione per immagini.

“La creazione di una grande sceneggiatura non dipende soltanto da una buona idea. Né si tratta semplicemente di mettere una buona idea sulla carta. Nello scrivere una sceneggiatura più che in qualsiasi altra forma di scrittura, non è solo la scrittura ma è anche la riscrittura che rende una buona sceneggiatura veramente grande.” (Linda Seger, Come scrivere una grande sceneggiatura, Dino Audino Editore, 1997)

Direzione: Dino Audino
Comitato redazionale: Dino Audino, Giambattista Avellino, Claudio Biondi, Nicola Lusuardi, Domenico Matteucci, Francesco Scardamaglia, Gino Ventriglia

Segreteria di redazione: Daniele Aluigi

Redazione Web: Carla Fiorentino

Prossime uscite
next
Il mestiere della regia
Di Katie Mitchell. A cura di Federica Mazzocchi
La lezione di una grande artista del teatro contemporaneo
22.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 9/11/2017
La lezione di una grande artista del teatro contemporaneo
Netflix e le altre. La rivoluzione delle tv digitali
Di Neil Landau
La nuova "età dell’oro" della televisione: parlano produttori e showrunner
15.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 2/11/2017
La nuova "età dell’oro" della televisione: parlano produttori e showrunner
prev
Avvisi ai naviganti
Raccontare a fumetti - Introduzione
12/10/2017 -

 

Creare è senza dubbio una delle principali peculiarità umane. Un istinto primario, una necessità irrinunciabile, che nasce dal bisogno di immortalità. Dall’impossibilità di accettare la nostra finitezza, il nostro limite più profondo. Per questo facciamo figli, erigiamo cattedrali, costruiamo città, realizziamo opere d’arte. Per restare. Per esserci anche oltre di noi. Per superare i limiti che la natura ci impone. E creare è sempre un atto d’amore.