Fare un’intervista

Valentina Tocchi

Fare un’intervista

Piccolo manuale giornalistico ad uso di chi fa domande e di chi dà  risposte


Taccuini 33
Uscito il 07/2013
136 pagine
Isbn: 9788875272432
Aree: Media, Televisione
Keyword: Tv

 


 


 


 


 


Seppure possa sembrare incredibile in un mondo in cui buona parte dei quotidiani d’informazione a stampa, radiofonici o televisivi è basata su interviste, non esisteva finora un libro dedicato a quella che Longanesi definiva “un articolo rubato”. Ma l’intervista è tutt’altro che un modo per evitare la fatica dello scrivere perché, contrariamente alle apparenze, se ben fatta, richiede un lavoro di preparazione, di editing, di riscrittura molto impegnativo. E soprattutto richiede una capacità da parte dell’intervistatore di far venire fuori “la verità” dell’intervistato e specularmente, per chi concede l’intervista, l’abilità di dire solo ciò che si vuol comunicare evitando di farsi manipolare. Basata su questo presupposto, Fare un’intervista è la prima guida per tutti coloro che, sia nel ruolo attivo di intervistatori sia in quello passivo di intervistati, si trovino alle prese con questo basilare e diffusissimo genere giornalistico. Analizzando le interviste realizzate dai più noti giornalisti – televisivi, radiofonici e della carta stampata – e le risposte fornite dai personaggi più smaliziati, l’autrice evidenzia e approfondisce le tecniche più efficaci, sia per far parlare sia per eludere domande scomode o manipolatorie, e fornisce al lettore un piccolo arsenale di trucchi e consigli per schivare i trabocchetti dell’intervistare e dell’essere intervistati.

Tra gli interventi che arricchiscono il libro, testi di Paolo Graldi, Lilli Gruber, Augusto Minzolini, Claudio Sabelli Fioretti e Bruno Vespa.

Valentina Tocchi, avvocato civilista, giornalista professionista, vive e lavora a Roma dove collabora con il quotidiano Il Messaggero e con la Rivista del diritto d’autore. Dopo aver frequentato, presso Mediaset, la Scuola di Televisione RTI, ha iniziato a lavorare per Raiuno in qualità di inviata.


 


 


Dicono del libro


Risposte ad alto rischio, recensione di Patrizia Bellucci e Alessandra Marilli in Questione giustizia del 29 luglio 2014, per leggerla cliccare qui

Indice


 



Altri libri dell'area Media:


Altri libri dell'area Televisione:


Prossime uscite
next
Fare un film
Di Roberto Farina
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
15.00 €
12,75 €
Prodotto non
disponibile
disponibile dal 29/3/2018
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
Il videogioco
Di Lorenzo Mosna. Prefazione di Gianni Canova
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
15.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 8/3/2018
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
La danza e la sua storia
Di Valeria Morselli
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
23.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 22/2/2018
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
prev
Avvisi ai naviganti
"Fare scuola con l'arte": la lettera di un'insegnante
19/02/2018 -

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera di una docente:

«Il libro mi è piaciuto moltissimo, mi fa pensare che la scuola che "ci piace" c'è ed è viva. Le quattro esperienze raccontate sono così coinvolgenti che dovrebbero essere lette soprattutto dalle giovani e future maestre affinché possano ispirarsi per attuare nelle loro classi didattiche coinvolgenti e significative. Infatti ne ho regalato una copia alla mia tirocinante.  

Quando ero giovane incappai nella lettura de Il paese sbagliato, di Mario Lodi... fu una lettura illuminante che mi aiutò a costruire situazioni simili nelle mie classi, insomma mi ispirai (con molta modestia, per carità!) agli insegnamenti del Maestro. Ecco, il racconto delle quattro esperienze didattiche, letto ora che ho più di trent'anni di lavoro alle spalle, mi ha fatto rivivere quell'emozione.

Brave!

Il libro va portato in giro  e pubblicizzato perché non fornisce ricette, ma spunti significativi utilissimi a chi dentro la scuola inizia, ma anche a chi ha bisogno di un po' di energia per continuare.»