Tre Punto Zero

A cura di Eugenia Romanelli
Prefazione di Giulio Anselmi

Tre Punto Zero

La rivoluzione digitale. Come cambia il modo di scrivere, leggere, informare e comunicare nell’era di smartphone, social network, file audio e libri elettronici


Manuali di script  145
Uscito il 06/2011
128 pagine
Isbn: 978-88-7527-188-6
Aree: Media
Keyword: Web

 


 


 


Dopo l’eclatante caso WikiLeaks, abbiamo avvertito il bisogno di indagare in modo laico e socializzato quella che comunemente viene definita “rivoluzione digitale”, a oggi poco presidiata dagli studiosi e dalle Accademie. In questo volume verranno analizzati cause ed effetti e proiettati alcuni scenari: in ambito pubblico – sociale, politico, economico – in quello professionale – tecnologico, metodologico, deontologico – in quello espressivo – come cambia la creatività grazie ai new media? – in quello personale – emotivo, psicologico, relazionale, affettivo. L’occasione è anche misurare, a vantaggio di un approfondimento della conoscenza tecnica, come cambia il modo di indiziare, confezionare e divulgare una notizia e come cambia la notizia stessa, esposta in modo paritario a tutti; come cambia la stesura di un testo o di un ipertesto creativo e la sua fruizione. E come cambia la circolazione di messaggi e contenuti, sia dal punto di vista del mittente che del target.


Saggi di: Patrizia Bellucci (Università di Firenze), Fabio Bezzi (editore di audiolibri), Alessandro Calderoni (giornalista investigativo), Rory Cappelli (“la Repubblica”), Sergio Caucino (scrittore), Giandomenico Celata (Università di Roma La Sapienza), Monica Di Sisto (agenzia stampa Asca), Cristiana Giacometti (Presidente Aeda), Sebastiano Maffettone (Università Luiss), Enrico Menduni (Università Roma Tre), Giacomo Nencioni (Università Roma Tre), Michele Panozzo (Università Roma Tre), Marta Perrotta (Università Roma Tre), Vera Risi (Università Lumsa e direttore dell’e-zine “Bazarweb”), Riccardo Rita (ghost writer), Guido Scorza (Università di Bologna), Michele Sorice (Università LUISS).


Eugenia Romanelli, giornalista di “il Fatto Quotidiano”, collabora con l’Ansa e insegna Tecniche di scrittura e new media all’Università Luiss. Ha diretto la rivista internazionale “Time Out” per l’Italia, ha fondato e dirige l’e-zine “Bazarweb” e ha pubblicato, tra gli altri: Vladimir Luxuria (Castelvecchi), Sfide (Giunti), Con te accanto (Rizzoli), Bazar Cultural Brand: comunicare sempre (Rai Eri), Vie di fuga (Dino Audino).


Altri libri dell'area Media:


Avvisi ai naviganti
Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva
01/12/2017 -

 

Giovedì 14 dicembre alle ore 18.30 alla Casa del Cinema di Roma, si svolgerà l'incontro Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva, a cui prenderà parte Neil Landau, sceneggiatore, produttore, professore alla UCLA, autore di Showrunner e di Netflix e le altre.

 

Lo sviluppo tecnologico ha determinato una rivoluzione nell’offerta e nella fruizione di contenuti televisivi: è il pubblico ad avere sempre più potere e a decidere autonomamente cosa guardare, quando e attraverso quali mezzi. In uno scenario che richiede alta competitività, sono i contenuti a tenere gli spettatori incollati agli schermi. 

Servono sceneggiatori preparati, ma anche produttori e direttori di rete che con capacità visionaria ribaltino i modelli televisivi tradizionali e diano spazio alle “storie”, riconoscendone il valore.

L'incontro alla sala Deluxe della Casa del Cinema approfondirà dunque il dibattito su differenze di produzione tra serialità americana e serialità italiana, sulle competenze e il ruolo dello sceneggiatore in Italia e sugli elementi che determinano il successo di una serie televisiva, avviato a marzo 2016.

Insieme a Landau, interverranno Barbara Petronio (coautrice di Romanzo Criminale – la serie e di Suburra: la serie, primo prodotto italiano Netflix) e Stefano Sardo (coautore di 1992 e di 1993), moderati da Guido Fiandra.

Vi aspettiamo!