Il Sistema Stanislavskij come cassetta degli attrezzi

Bella Merlin
Traduzione di Gabriele Zobele

Il Sistema Stanislavskij come cassetta degli attrezzi

Gli strumenti del piu` famoso metodo di recitazione spiegati a tutti in modo chiaro ed efficace


Manuali di script  179
Uscito il 09/2016
168 pagine
Isbn: 9788875273248
Aree: Teatro
Keyword: Recitazione

 


 


 


 


 


Stanislavskij è considerato il padre della recitazione contemporanea e l’ispiratore di quella che nel corso dei decenni, attraverso Strasberg e l’Actors Studio, è diventata la “scuola americana”. Ancora oggi il suo insegnamento è citato in ogni accademia e corso di recitazione ed è alla base dei metodi dei più noti didatti contemporanei.
Eppure le sue teorie sono tuttora relativamente oscure perché espresse in volumi non scritti direttamente da lui. È proprio per capirle e rivalutarle che Bella Merlin ha scritto questa guida pratica. Il Sistema Stanislavskij come cassetta degli attrezzi prende gli elementi base del Lavoro dell’attore su se stesso, del Lavoro dell’attore sul personaggio, dei testi pubblicati negli Stati Uniti e di molti altri scritti stanislavskijani e li integra in un libro facilmente fruibile da attori, registi, insegnanti e studenti di recitazione. Le idee e le intuizioni del grande teorico russo diventano così un tutt’uno chiaramente articolato e spiegato attraverso esempi tratti dal lavoro dello stesso Stanislavskij o da quello di altre figure del mondo del teatro. Ogni step dell’apprendimento del Sistema è accompagnato da una serie di esercizi in modo che l’insieme del libro diventi una vera e propria cassetta degli attrezzi, quali ad esempio la respirazione, la concentrazione e l’attenzione, la memoria emotiva, l’immaginazione, il monologo interiore, le spinte psicologiche interiori, il metodo delle azioni fisiche, i piani di un testo, il tempo-ritmo, l’azione verbale e così via.



Bella Merlin, attrice, scrittrice e insegnante di recitazione, è conosciuta a livello internazionale per il suo lavoro su Stanislavskij. Si è formata all’Università Statale Pan-Russa di Cinematografia sotto la guida di Vladimir Ananiev e ha vissuto in Russia per approfondire il concetto di “analisi mediante l’azione”. Attualmente tiene seminari in tutto il mondo ed è docente di Recitazione e Regia alla University of California di Riverside.


«Per comprendere con facilità la complessità del Sistema» dalla recensione di Corriere dello Spettacolo.


Leggi qui la recensione di Teatro.it.


Leggi qui la recensione di Bartolomeo Errera per Leggere:tutti.


Ascolta qui la recensione di Radiolibri.


Materiali del libro:



Altri libri dell'area Teatro:


Altri libri con la keyword Recitazione:


Avvisi ai naviganti
Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva
01/12/2017 -

 

Giovedì 14 dicembre alle ore 18.30 alla Casa del Cinema di Roma, si svolgerà l'incontro Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva, a cui prenderà parte Neil Landau, sceneggiatore, produttore, professore alla UCLA, autore di Showrunner e di Netflix e le altre.

 

Lo sviluppo tecnologico ha determinato una rivoluzione nell’offerta e nella fruizione di contenuti televisivi: è il pubblico ad avere sempre più potere e a decidere autonomamente cosa guardare, quando e attraverso quali mezzi. In uno scenario che richiede alta competitività, sono i contenuti a tenere gli spettatori incollati agli schermi. 

Servono sceneggiatori preparati, ma anche produttori e direttori di rete che con capacità visionaria ribaltino i modelli televisivi tradizionali e diano spazio alle “storie”, riconoscendone il valore.

L'incontro alla sala Deluxe della Casa del Cinema approfondirà dunque il dibattito su differenze di produzione tra serialità americana e serialità italiana, sulle competenze e il ruolo dello sceneggiatore in Italia e sugli elementi che determinano il successo di una serie televisiva, avviato a marzo 2016.

Insieme a Landau, interverranno Barbara Petronio (coautrice di Romanzo Criminale – la serie e di Suburra: la serie, primo prodotto italiano Netflix) e Stefano Sardo (coautore di 1992 e di 1993), moderati da Guido Fiandra.

Vi aspettiamo!