Il libro degli esercizi per attori

Patrick Pezin
Traduzione di Paolo Asso

Il libro degli esercizi per attori

Il meglio del training internazionale in 600 esperienze pratiche


Manuali di script  40
Uscito il 2003
253 pagine
Isbn: 9788875272173
Aree: Teatro
Keyword: Recitazione

 


 


 


 


Con i suoi 600 esercizi, questo è un libro eccezionale nella letteratura teatrale. È il primo in assoluto a raccogliere il meglio della didattica di tutte le grandi esperienze di teatro del Novecento. Infatti all'Institut International de l'Acteur, fondato in Francia nel 1990 da Patrick Pezin, sono passati per trasmettere agli altri i loro insegnamenti grandi maestri da tutto il mondo: da Robert Lewis, uno dei fondatori dell'Actors Studio, al regista Sidney Pollack, dal direttore del Bolsoj di Mosca Boris Pokrovskj a molti altri. Pur nelle diversità degli insegnamenti presentati, sono apparse delle costanti riconducibili a un'unica fonte, che costituisce la più grande avventura teatrale di questo secolo: quella di Konstantin Stanislavskij e dei suoi compagni: Vsevolod Mejerchol'd, Evgenij Vachtangov, Michail Cechov. Il Libro degli esercizi dunque ci offre un panorama completo dell'insegnamento di questi pedagoghi e ci fornisce al tempo stesso uno strumento assolutamente unico perchè ciascuno ne faccia un uso autonomo e individuale.


Patrick Pezin è il fondatore dell'Institut International de l'Acteur di Lectoure dans le Gers e ha organizzato l'ISTA del 1985 sotto la direzione di Eugenio Barba. Autore e attore, insegna attualmente presso il conservatorio di Svezia, a Mosca e a Ginevra.

Indice


Introduzione; Capitolo Primo: Il training; Capitolo Secondo: L'approccio alla biomeccanica; Capitolo Terzo: La voce dell'attore; Capitolo Quarto: L'attore e lo spazio; Capitolo Quinto: L'attore e il rapporto con il partner; Capitolo Sesto: L'attore e i cinque sensi; Capitolo Settimo: La concentrazione; Capitolo Ottavo: L'immaginazione. La fantasia; Capitolo Nono: Il tempo ritmo; Capitolo Decimo: Il gesto psicologico. Il centro motore. Il corpo immaginario; Capitolo Undicesimo: Il rilassamento; Capitolo Dodicesimo: La memoria sensoriale; Capitolo Tredicesimo: L'improvvisazione: improvvisare sul mondo animale, il metodo delle azioni fisiche; Capitolo Quattordicesimo: I "detti" di Radu Penciulescu raccolti e descritti da Patrick Pezin; Capitolo Quindicesimo: Un amuleto fatto di memoria. Il significato degli esercizi nella drammaturgia dell'attore di Eugenio Barba; Appendice 1: I pedagoghi dell'Institut International de l'acteur; Appendice 2: Proposta per la creazione di "Studi per attori".


Altri libri dell'area Teatro:


Altri libri con la keyword Recitazione:


Prossime uscite
next
Fare un film
Di Roberto Farina
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
15.00 €
12,75 €
Prodotto non
disponibile
disponibile dal 29/3/2018
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
Il videogioco
Di Lorenzo Mosna. Prefazione di Gianni Canova
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
15.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 8/3/2018
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
La danza e la sua storia
Di Valeria Morselli
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
23.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 22/2/2018
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
prev
Avvisi ai naviganti
"Fare scuola con l'arte": la lettera di un'insegnante
19/02/2018 -

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera di una docente:

«Il libro mi è piaciuto moltissimo, mi fa pensare che la scuola che "ci piace" c'è ed è viva. Le quattro esperienze raccontate sono così coinvolgenti che dovrebbero essere lette soprattutto dalle giovani e future maestre affinché possano ispirarsi per attuare nelle loro classi didattiche coinvolgenti e significative. Infatti ne ho regalato una copia alla mia tirocinante.  

Quando ero giovane incappai nella lettura de Il paese sbagliato, di Mario Lodi... fu una lettura illuminante che mi aiutò a costruire situazioni simili nelle mie classi, insomma mi ispirai (con molta modestia, per carità!) agli insegnamenti del Maestro. Ecco, il racconto delle quattro esperienze didattiche, letto ora che ho più di trent'anni di lavoro alle spalle, mi ha fatto rivivere quell'emozione.

Brave!

Il libro va portato in giro  e pubblicizzato perché non fornisce ricette, ma spunti significativi utilissimi a chi dentro la scuola inizia, ma anche a chi ha bisogno di un po' di energia per continuare.»