La tecnica dell'attore

Michail Cechov

La tecnica dell'attore

Come lavorare sul personaggio. Lezioni ed esercizi del grande allievo di Stanislavskij


Voci e volti dello spettacolo 13
Uscito il 01/2015
160 pagine
Isbn: 9788886350556
Aree: Teatro
Keyword: Recitazione

 


 


 


 


 


Questo testo è stato scritto da quello che Stanislavskij considerava il suo più brillante allievo. Il libro in effetti raccoglie e sviluppa il Metodo di Stanislavskij sulla memoria emotiva per spingerlo verso la definizione del gesto psicologico. Uscito negli anni ’40, e successivamente aggiornato in base alle esperienze didattiche fatte dal suo autore, il libro ha formato generazioni di attori di lingua inglese, tanto che sia Anthony Hopkins che Jack Nicholson, quando ha ricevuto il Golden Globe nel 1999, hanno pubblicamente ammesso il debito nei confronti della Tecnica di Michail Cechov.


 


Michail Cechov, nipote di Anton, nato in Russia nel 1891, studiò con Stanislavskij e diventò uno dei più grandi attori russi finché nel 1928, quando era a capo del Secondo Teatro d’Arte di Mosca, fu costretto a fuggire dalle persecuzioni staliniane contro gli intellettuali. Fu lui che diffuse il Metodo di Stanislavskij negli USA, dove continuò a lavorare come didatta e come attore fino alla sua morte, avvenuta nel 1955.

Indice


Nota all’edizione italiana di Clelia Falletti e Roberto Cruciani


Pratica in cerca di parole


Introduzione


Il grafico di Michail Cechov per l’ispirazione dell’attore di Mala Powers


Capitolo Primo Concentrazione e immaginazione


Capitolo Secondo L’io superiore


Capitolo Terzo Atmosfera oggettiva e sentimenti individuali


Capitolo Quarto Il corpo dell’attore


Capitolo Quinto Il gesto psicologico


Capitolo Sesto Incorporazione e caratterizzazione


Capitolo Settimo Dal copione alla sala prove


Capitolo Ottavo La composizione della performance


Capitolo Nono Quattro stadi del processo creativo


Postfazione di Mala Powers


Con Michail Cechov a Hollywood


Per l’attore della televisione e del cinema


Appendice


Qualche tema d’improvvisazione a cura di Clelia Falletti e Roberto Cruciani


Altri libri dell'area Teatro:


Altri libri con la keyword Recitazione:


Avvisi ai naviganti
Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva
01/12/2017 -

 

Giovedì 14 dicembre alle ore 18.30 alla Casa del Cinema di Roma, si svolgerà l'incontro Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva, a cui prenderà parte Neil Landau, sceneggiatore, produttore, professore alla UCLA, autore di Showrunner e di Netflix e le altre.

 

Lo sviluppo tecnologico ha determinato una rivoluzione nell’offerta e nella fruizione di contenuti televisivi: è il pubblico ad avere sempre più potere e a decidere autonomamente cosa guardare, quando e attraverso quali mezzi. In uno scenario che richiede alta competitività, sono i contenuti a tenere gli spettatori incollati agli schermi. 

Servono sceneggiatori preparati, ma anche produttori e direttori di rete che con capacità visionaria ribaltino i modelli televisivi tradizionali e diano spazio alle “storie”, riconoscendone il valore.

L'incontro alla sala Deluxe della Casa del Cinema approfondirà dunque il dibattito su differenze di produzione tra serialità americana e serialità italiana, sulle competenze e il ruolo dello sceneggiatore in Italia e sugli elementi che determinano il successo di una serie televisiva, avviato a marzo 2016.

Insieme a Landau, interverranno Barbara Petronio (coautrice di Romanzo Criminale – la serie e di Suburra: la serie, primo prodotto italiano Netflix) e Stefano Sardo (coautore di 1992 e di 1993), moderati da Guido Fiandra.

Vi aspettiamo!