Il corpo è cultura

Tadashi Suzuki

Il corpo è cultura

Gli scritti di uno dei maggiori registi del teatro contemporaneo


Voci e volti dello spettacolo 27
Uscito il 12/2017
144 pagine
Isbn: 788875273613
Aree: Teatro
Keyword: Recitazione, Regia

 


 


 


 


 


In questo volume sono raccolti gli scritti, tradotti per la prima volta in italiano, di una delle più grandi voci del teatro nipponico. Il Noh, il Kabuki, la tragedia greca, i classici di Shakespeare e il lavoro di maestri moderni come Čechov e Beckett: è questo l’humus che ha alimentato la profonda consapevolezza di Tadashi Suzuki dell’universalità e del potere trasformativo dell’esperienza teatrale.


Dal confronto con le tecniche della tradizione teatrale giapponese e le ricerche di Mejerchol'd, Decroux e Grotowski nasce il suo metodo di formazione degli attori, finalizzato a rendere gli interpreti consapevoli della propria sensibilità fisica attraverso una rigorosa disciplina corporea e vocale.


«L’influenza di Tadashi Suzuki si è estesa dalla sua pittoresca casa nel paesino Toga Mura, nelle Alpi giapponesi, al mondo intero, trascendendo ogni barriera politica e culturale. La sua visione audace del teatro, di ciò che può essere e che è in grado di fare, è assoluta. Le creazioni e le tecniche innovative della compagnia SCOT sono state, e continuano a essere, fonte d’ispirazione per generazioni di attori teatrali e per il pubblico.» (Anne Bogart)


«Quello che mi emoziona del lavoro di Tadashi Suzuki è che entriamo a teatro ed è una sorpresa. Dobbiamo pensare a quello che abbiamo visto e andarcene da teatro riflettendoci.» (Bob Wilson)


Tadashi Suzuki, giapponese, è uno dei registi più apprezzati del teatro contemporaneo, noto per le sue riscritture di opere classiche come Dionysus (dalle Baccanti di Euripide) e Vision of Lear e per le sue teorie visionarie e provocatorie. È il fondatore della compagnia teatrale Suzuki Company of Toga (SCOT), uno dei più importanti centri teatrali al mondo, e ideatore del Metodo Suzuki di formazione dell’attore. Nel 2004 è stato inserito dalla Cambridge University nelle pubblicazioni dedicate ai grandi registi insieme a Peter Brook e Bertolt Brecht.


Altri libri dell'area Teatro:


Altri libri con la keyword Recitazione:


Altri libri con la keyword Regia:


Avvisi ai naviganti
Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva
01/12/2017 -

 

Giovedì 14 dicembre alle ore 18.30 alla Casa del Cinema di Roma, si svolgerà l'incontro Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva, a cui prenderà parte Neil Landau, sceneggiatore, produttore, professore alla UCLA, autore di Showrunner e di Netflix e le altre.

 

Lo sviluppo tecnologico ha determinato una rivoluzione nell’offerta e nella fruizione di contenuti televisivi: è il pubblico ad avere sempre più potere e a decidere autonomamente cosa guardare, quando e attraverso quali mezzi. In uno scenario che richiede alta competitività, sono i contenuti a tenere gli spettatori incollati agli schermi. 

Servono sceneggiatori preparati, ma anche produttori e direttori di rete che con capacità visionaria ribaltino i modelli televisivi tradizionali e diano spazio alle “storie”, riconoscendone il valore.

L'incontro alla sala Deluxe della Casa del Cinema approfondirà dunque il dibattito su differenze di produzione tra serialità americana e serialità italiana, sulle competenze e il ruolo dello sceneggiatore in Italia e sugli elementi che determinano il successo di una serie televisiva, avviato a marzo 2016.

Insieme a Landau, interverranno Barbara Petronio (coautrice di Romanzo Criminale – la serie e di Suburra: la serie, primo prodotto italiano Netflix) e Stefano Sardo (coautore di 1992 e di 1993), moderati da Guido Fiandra.

Vi aspettiamo!