Il ritmo come principio scenico

A cura di Roberto Ciancarelli

Il ritmo come principio scenico

Ricerche e sperimentazioni del ritmo nel teatro e nella danza del Novecento. Antologia di testi


Ricerche 10
Uscito il 06/2006
192 pagine
Isbn: 9788875273217
Aree: Teatro
Keyword: Storia, teorie e monografie

 


 


 


 


Questo libro ripercorre le ricerche che i maestri della scena del Novecento hanno dedicato ai principi del ritmo. Gli scritti dei padri fondatori della regia e dei pionieri della danza moderna, in cui il ritmo viene valorizzato come la fonte segreta che consente scoperte e trasformazioni sceniche, danno conto di una “scienza del ritmo” elaborata e tradotta in efficaci applicazioni pratiche, in articolazioni tecniche che interessano i diversi livelli della rappresentazione. I testi sono di: Appia, Artaud, Baratto Gentilli, Barba, Brailoiu, Calvarese, Cappiello, Castillett, Čechov, Ciancarelli, Copeau, Delsarte, Dalcroze, Duncan, Ėjzenštejn, Fo, Fraisse, Giannattasio, Gorcakov, Laban, Mandel’štam, Mejerchol’d, Nistri, Odier, Pìcon-Vallin, Pitoëff, Preston-Dunlop, Ruffini, Sachs, Sokolov, Stanislavskij, Tiezzi, Toporkov, Wagner.


Roberto Ciancarelli insegna Storia del Teatro e dello Spettacolo e Storia della Danza e del Mimo all’Università di Roma La Sapienza. È specialista di storia del teatro tra Rinascimento e Barocco e ha pubblicato tra l’altro Il progetto di una festa barocca – Alle origini del teatro Farnese (1987) e l’edizione del Solimano (1992). Per la Dino Audino ha curato (in collaborazione con Stefano Ruggeri) la pubblicazione di Il teatro e le leggi dell’organicità (2006).

Indice


Presentazione Le tecniche del ritmo nella scena del Novecento. Dalle "più piccole oscillazioni del pendolo" a "una serie infinita di sfumature" di Roberto Ciancarelli;


PARTE PRIMA: La scoperta dei principi del ritmo Konstantin S. Stanislavskij. Il tempo-ritmo Vasilij O. Toporkov. Stanislavskij alle prove Franco Ruffini. Teatro e boxe Franco Ruffini. Stanislavskij. Dal lavoro dell’attore al lavoro su di sé Nikolàj Gorcakov. Le prove per Le Nozze di Cechov Michail Cechov. Ritmo Vsevolod E. Mejerchol’d. L’attore biomeccanico Béatrice Picon-Vallin. Meyerhold Sergej M. Ejzenštejn. Il movimento espressivo Sergej M. Ejzenštejn. Il montaggio nel cinema sonoro Ornella Calvarese. Il teatro del corpo estatico Mattea Cappiello. Note sulla relazione tra ritmo e energia;


PARTE SECONDA: La scienza del ritmo Antonin Artaud. Un’atletica affettiva Emile Jaques-Dalcroze. Definizione delle leggi del ritmo Jacques Copeau. Lettera a Jaques-Dalcroze (1921) Georges Pitoëff. La Ritmica e l’attore Richard Wagner. L’uomo artista e l’arte che si origina direttamente da lui Adolphe Appia e Henri Odier. L’esperienza del ritmo Lidia Baratto Gentilli. L’euritmia come canto visibile François Delsarte. Le leggi del teatro Isadora Duncan. Lettere dalla danza Rudolf Laban. L’arte del movimento Valerie Preston-Dunlop. L’importanza della teoria e della pratica labaniana per la danza e i danzatori di oggi Federico Tiezzi. Il teatro di poesia e il suo ritmo Simona Nistri. Il ritmo come "nozione materiale" e come "senso tangibile" nelle ricerche dei maestri del Novecento;


PARTE TERZA: Il ritmo: sistemi di organizzazione e relazione Francesco Giannattasio. Tempo e ritmo Paul Fraisse. Psicologia del ritmo Curt Sachs. Ritmo e forma Constantin Brailoiu. La ritmica infantile Osip Mandel’stam. Lo stato e il ritmo (1920) Ippolit Sokolov. Per un teatro taylorizzato (1922) Francesco Giannattasio. Ritmi di produzione e produzione di ritmi: la musica "di lavoro" Dario Fo. Manuale minimo dell’attore Dario Fo. I tempi teatrali Eugenio Barba. La canoa di carta Giordana Castillett. Le potenzialità del ritmo nella performance Guida bibliografica


Altri libri dell'area Teatro:


Altri libri con la keyword Storia, teorie e monografie:


Avvisi ai naviganti
Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva
01/12/2017 -

 

Giovedì 14 dicembre alle ore 18.30 alla Casa del Cinema di Roma, si svolgerà l'incontro Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva, a cui prenderà parte Neil Landau, sceneggiatore, produttore, professore alla UCLA, autore di Showrunner e di Netflix e le altre.

 

Lo sviluppo tecnologico ha determinato una rivoluzione nell’offerta e nella fruizione di contenuti televisivi: è il pubblico ad avere sempre più potere e a decidere autonomamente cosa guardare, quando e attraverso quali mezzi. In uno scenario che richiede alta competitività, sono i contenuti a tenere gli spettatori incollati agli schermi. 

Servono sceneggiatori preparati, ma anche produttori e direttori di rete che con capacità visionaria ribaltino i modelli televisivi tradizionali e diano spazio alle “storie”, riconoscendone il valore.

L'incontro alla sala Deluxe della Casa del Cinema approfondirà dunque il dibattito su differenze di produzione tra serialità americana e serialità italiana, sulle competenze e il ruolo dello sceneggiatore in Italia e sugli elementi che determinano il successo di una serie televisiva, avviato a marzo 2016.

Insieme a Landau, interverranno Barbara Petronio (coautrice di Romanzo Criminale – la serie e di Suburra: la serie, primo prodotto italiano Netflix) e Stefano Sardo (coautore di 1992 e di 1993), moderati da Guido Fiandra.

Vi aspettiamo!