Responsive image
Angelo Moscariello

Nouvelle Vague

Lo stile di regia che ha cambiato la storia del cinema, analizzato fotogrammmi alla mano, nei suoi procedimenti tecnico-formali

Manuali, n. 103
2008, pp. 128

ISBN: 9788875270483
€ 15,00
Non disponibile Non disponibile Non disponibile
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Sinossi

Giusto cinquant’anni fa nasceva in Francia la Nouvelle Vague e con essa il cinema moderno. Da allora lo spirito innovatore del movimento ha influenzato i cineasti di tutto il mondo, liberando il cinema dall’ingombrante etichetta di arte derivata. È grazie alla Nouvelle Vague se, come dicevano Godard, Truffaut e Chabrol, “il cinema è il cinema” e non più letteratura o teatro filmati.
Di questa idea di film, e della pratica derivante, vuole rendere conto questo libro, attraverso una prima ricognizione sistematica dei procedimenti tecnico-formali che inaugurarono un nuovo “stile di regia”. Uno stile che ha coniugato in maniera miracolosa lo “spettacolo” e la “poesia”, la leggerezza e la profondità, e che in questo libro viene indagato con una metodologia assolutamente originale.
Un’occasione per rivedere e commentare le più belle sequenze non solo di opere di culto come Fino all’ultimo respiro o I quattrocento colpi, ma anche per riscoprire gioielli poco conosciuti come Donne facili di Chabrol e Desideri nel sole di Rozier. Un percorso critico per provare a cogliere il segreto di una maniera di fare film che ha saputo unire al piacere del racconto il merito di far vedere l’invisibile attraverso l’evidenza del reale.

Autore

Angelo Moscariello

Critico e saggista, attualmente collabora con «L’indice» e «La rivista dei libri». È docente di Storia del Cinema presso l’Accademia dell’Immagine (dal 1996) e l’Università di L’Aquila (2003-2005).

Indice

Premessa dell’autore; Capitolo Primo: Una nuova idea di cinema; Capitolo Secondo: Un nuovo stile di regia: forme, tecniche e figure; Appendici 1 – La Nouvelle Vague raccontata dai fondatori; 2 – La Nouvelle Vague giudica se stessa; 3 – Il giudizio degli altri (Metz, Barthes, Pasolini); 4 – Aforismi e definizioni sul cinema; Bibliografia essenziale.