Responsive image
Lee Strasberg

Lezioni all'Actors Studio

Il racconto di un'esperienza mitica

A cura di Paolo Asso

Voci e volti dello spettacolo, n. 3
2004, pp. 240

ISBN: 9788875271909
€ 22,00 -15% € 18,70
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 18,70
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Sinossi

L’Actors Studio di Lee Strasberg rapppresenta un’esperienza leggendaria nel mondo del teatro e del cinema. Probabilmente non c’è scuola di recitazione più famosa e straordinaria se si considerano i risultati raggiunti dagli attori che l’hanno frequentata, da Marilyn Monroe a Jane Fonda a Sally Field, da Paul Newman a Al Pacino e Dustin Hoffman. Il testo che presentiamo qui è altrettanto straordinario e raccoglie centinaia di ore di lezione incise su nastro a partire dal 1956, che restituiscono la testimonianza quotidiana del training di Strasberg con decine di attori professionisti. Riordinate per temi, le sessioni ci offrono un modo di osservare dall’interno, con tono colloquiale e concreto, il metodo di lavoro e i contenuti essenziali dello Studio sui temi fondamentali della recitazione.

Autore

Lee Strasberg

Lee Strasberg (Budzanov, Galizia, 1901 – New York, 17 febbraio 1982), emigrato a New York iniziò a recitare nei primi anni ’20 e divenne allievo di Richard Boleslawsky e Maria Ouspenskaja, ex-attori del Teatro d’Arte di Mosca presso i quali apprese la lezione di Konstantin Stanislavskij. Nel 1931 fondò insieme a Harold Clurman e Cheryl Crawford il Group Theatre, assumendo da subito il ruolo di istruttore della compagnia. Dieci anni più tardi la Crawford stessa, insieme a Elia Kazan e Robert Lewis fondò a New York l’Actors Studio, di cui Strasberg assunse la direzione artistica nel 1951 conservandola fino alla propria scomparsa. Spinto dal suo allievo Al Pacino, nel 1974 intraprese una tardiva carriera di attore cinematografico, recitando anche insieme a lui in Il Padrino, parte seconda.

Materiali

Indice Prefazione di Robert H. Hethmon; Nota all’edizione italiana di Paolo Asso; Nota biografica; Parte Prima: L’attore e lo Studio; Capitolo Primo: Un workshop per professionisti;Parte Seconda: L’attore e se stesso; Capitolo Secondo: L’arte dell’attore; Capitolo Terzo: Training: rilassamento; Capitolo Quarto: Training: innescare l’immaginazione; Capitolo Quinto Training: volontà e disciplina; Capitolo Sesto: Problemi: il blocco dell’immaginazione; Capitolo Settimo: Problemi: espressione; Capitolo Ottavo: Problemi: esplorazione; Capitolo Nono: L’avvicinamento al personaggio;Parte Terza: L’attore e gli altri; Capitolo Decimo: L’attore e il regista; Capitolo Undicesimo: L’attore e il pubblico; Postfazione: Il profeta e la diaspora di Paolo Asso.

Recensione Leggi la recensione su “la Repubblica”: recensione