Responsive image
Valeria Morselli

La danza e la sua storia - Volume III
Rivoluzioni ed evoluzioni nel XX secolo

Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente

Manuali, n. 193
2019, pp. 200

ISBN: 9788875274238
€ 23,00 -15% € 19,55
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 19,55
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Sinossi

Pensato per gli studenti dei licei coreutici, questo libro presenta una selezione ragionata degli aspetti fondamentali del percorso dell’arte della danza nei secoli, considerandone sia gli aspetti sociali che quelli estetici e teorici. Particolare attenzione è dedicata inoltre ai necessari collegamenti con le storie del teatro, della musica, dell’arte e della letteratura, oltre che con la filosofia e la storia sociale in generale. Lo scopo è di consentire agli alunni di formarsi un quadro generale dell’evoluzione storica della danza, di conoscerne la terminologia anche nell’aspetto etimologico e di acquisire le abilità e le competenze necessarie a inquadrare le informazioni ricevute in una prospettiva interdisciplinare e transdisciplinare, come specificato nelle Indicazioni Nazionali per il liceo coreutico. I testi sono corredati da numerose illustrazioni e materiali utili agli alunni DSA, come schede di approfondimento, sintesi e prospetti analitici. Infine, a conclusione di ciascun capitolo, una scheda con “esercizi e verifiche” aiuterà a focalizzare i punti principali dei contenuti e a pervenire con maggiore facilità a una visione sintetica degli argomenti. L’opera, divisa in tre volumi, prevede anche alcuni contenuti digitali integrativi ed è facilmente fruibile da chiunque desideri accostarsi a una conoscenza di base della storia della danza in Occidente.

Piano dell’opera: Volume I – Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo Volume II – Danza e balletto nei secoli XVIII e XIX Volume III – Rivoluzioni ed evoluzioni nel XX secolo

Il terzo volume tratta i principali avvenimenti storici del Novecento, sia riguardo alla “rivoluzione” dovuta all’avvento della danza libera e al conseguente sviluppo della danza moderna e contemporanea, sia nei confronti dell’evoluzione del balletto classico in direzione moderna. Si illustra dunque il cambiamento di visione generale dovuto ai nuovi eventi storici e all’avvento della società di massa sia in America sia in Europa, collegandolo con l’influsso della dottrina di François Delsarte e con i movimenti che hanno portato alla rivalutazione del corpo, per arrivare a esaminare l’apporto delle maggiori personalità che hanno determinato la nascita della modern dance in America e della “nuova danza” in Europa, da Isadora Duncan a Ruth St. Denis e Ted Shawn, da Rudolf Laban a Mary Wigman e Kurt Jooss, fino a Martha Graham, Doris Humphrey, José Limón, Merce Cunningham, Hanya Holm e Alwin Nikolais, in parallelo con il delinearsi del Teatrodanza europeo.

Autore

Valeria Morselli

Docente di danza diplomata all’Accademia Nazionale e laureata in Disciplina delle Arti, Musica e Spettacolo con una tesi in Storia della danza e del mimo. Ha insegnato a lungo Tecnica accademica e propedeutica, conducendo anche corsi di Storia della danza e laboratori di danze storiche. Dal 2013 al 2017 è stata docente di Storia della danza al Liceo coreutico del Convitto nazionale V. Emanuele II di Arezzo. Ha al suo attivo diverse pubblicazioni e relazioni a convegni nazionali e internazionali.

Materiali