Responsive image
Paola Degli Esposti

L'attore nell'Ottocento europeo

La prassi e la teoria

Ricerche, n. 45
2021, pp. 152

ISBN: 9788875274702
€ 18,00
Dal 21 gennaio Dal 21 gennaio Dal 21 gennaio
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Sinossi

La storia dell’interprete ottocentesco europeo viene ripercorsa in questo libro rivolgendo lo sguardo verso due aspetti diversi ma parimenti importanti dell’universo recitativo dell’epoca: da un lato, si analizzano le modalità organizzative del mestiere, le condizioni di lavoro e la prassi quotidiana e, dall’altro, si esaminano gli aspetti fondamentali della teorizzazione sull’arte attorica. Si discutono quindi la formazione dell’interprete, la preparazione della parte, la condizione stanziale e quella itinerante, le tournée ecc., ma si fornisce anche un profilo delle riflessioni sulla natura appassionata o distaccata dell’attore, dell’avvicendarsi di concezioni realistiche e metafisiche della recitazione, e delle soluzioni offerte alle problematiche poste dalla natura duplice del comédien, che riunisce artista e opera d’arte in un unico individuo. Tutto ciò in un’ottica continentale, segnalando analogie, peculiarità nazionali, ma anche meccanismi di influenza e dibattiti che oltrepassano i confini geografici e linguistici fra i paesi europei.

Autore

Paola Degli Esposti

È professore associato in Discipline dello spettacolo presso l’Università di Padova, dove insegna Teoriche delle arti performative e Linguaggi del teatro europeo. Ha pubblicato saggi sul teatro romantico e ottocentesco, sulla preregia e sulla regia primonovecentesca in collettanei e riviste nazionali e internazionali. Tra i suoi volumi, La scena tentatrice (Esedra, 2008), La tensione preregistica (Esedra, 2013) e La Über-Marionette e le sue ombre (Edizioni di Pagina, 2018).

Materiali