Responsive image
Murray Smith

Cinema, evoluzione, neuroscienze

Un’estetica naturalizzata del film


Prefazione di Adriano D’Aloia

Ricerche, n. 68
2022, pp. 328

ISBN: 9788875275327
€ 36,00 -5% € 34,20
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 34,20
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Sinossi

In che modo la scienza può contribuire ad arricchire l’analisi dell’esperienza della visione di un film? Fino a che punto è possibile spingersi nella cooperazione tra le discipline umanistiche e le scienze naturali e sociali? Quali sono i vantaggi e i rischi di tale interazione?
Come reagire e rispondere allo scetticismo che aleggia attorno a questa proposta?
Fra ardite manovre teoriche e approfondite analisi di film classici e contemporanei, Cinema, evoluzione, neuroscienze cerca coraggiosamente di rispondere a queste domande e delinea un nuovo modo di concepire il coinvolgimento dello spettatore cinematografico. Se vedere un film è sperimentare la vita in una forma più intensa, questo libro dimostra come un’estetica naturalizzata del cinema possa aiutarci a comprendere il desiderio di abitare i mondi della finzione e della narrazione audiovisiva a partire dallo studio della nostra natura umana.

Autore

Murray Smith

È professore di Philosophy, Art, and Film alla University of Kent, dove dirige l’Aesthetics Research Centre. È stato presidente della Society for Cognitive Studies of the Moving Image. Il suo Engaging Characters: Fiction, Emotion, and the Cinema (1995; seconda edizione rivista 2022) è un classico degli studi cognitivisti sul ruolo delle emozioni nell’esperienza filmica. Ha co-curato importanti volumi collettanei come Film Theory and Philosophy (1997), Contemporary Hollywood Cinema (1998) e Thinking Through Cinema (2006).

Materiali